• Dati:

     

    DENOMINAZIONE PROGETTO: CTE NEXT

    C.U.P.: C14E20005260006

    DATA APPROVAZIONE: 24 Dicembre 2020

    COSTO APPROVATO: 13.581.217,98 € (Costo totale), 7.512.027,0 € (Finanziamento pubblico)

    DURATA: 48 Mesi

    SOGGETTO PROPONENTE: Comune di Torino

    REFERENTE DI PROGETTO: Elena Deambrogio

    SETTORE DI APPLICAZIONE TECNOLOGIE EMERGENTI: Smart Road, Urban Air Mobility, Industria 4.0, Servizi Urbani Innovativi

    SITO WEB: www.ctenext.it

  • Partner:

     

  • Università:

     

  • Luoghi:

     

  • Abstract:

     

    Il progetto CTE NEXT realizza a Torino un centro di trasferimento tecnologico diffuso sulle tecnologie emergenti legate al 5G in settori individuati come strategici per il territorio: mobilità intelligente (con un focus sulla mobilità autonoma e connessa e sull'Advanced Urban Air Mobility), Industria 4.0 e servizi urbani innovativi. Esso si innesta nell’ambito dell’iniziativa “Torino City Lab”, la politica di innovazione della Città di Torino che, a partire da ottobre 2018, supporta sperimentazioni di soluzioni innovative proposte da imprese in risposta a sfide urbane in condizioni reali sul territorio e in collaborazione con un ampio partenariato attivo di oltre 90 organizzazioni pubbliche e private. Forte di questo approccio sistemico e multi-attore, CTE NEXT valorizza, integra e mette in rete diversi luoghi, laboratori e aree di stress test facendo perno su un luogo fisico centrale, ovvero CSI Next: uno spazio di innovazione hi-tech - allestito e gestito in partnership con il Consorzio per il Servizio Informativo Piemonte (CSI) - che coniuga il potenziale delle tecnologie emergenti con le sfide e le pratiche dalla PA al servizio dello sviluppo e dell’innovazione di startup e PMI. CTE NEXT oltre a mettere a disposizione luoghi e asset per il testing offre un’infrastruttura tecnologica multiservizio diffusa e utilizzabile on-demand da startup, da PMI e dai partner per esigenze di sviluppo e dimostrazione delle soluzioni innovative nei diversi verticali.

    Beneficiari diretti del progetto sono aspiranti imprenditori, startup, PMI, di diversa tipologia (deep tech o di servizi): ad essi sono destinati i  servizi di accoglienza, informazione, formazione, consulenza per il supporto alla nascita ed allo sviluppo dell'idea di business (anche ad impatto sociale), trasferimento tecnologico , supporto allo sviluppo applicativo 5G , accompagnamento alla sperimentazione in campo nonché supporto all’acquisizione di nuove competenze tecniche e manageriali legate all'applicazione delle tecnologie emergenti nei verticali di interesse.

    Nell'arco di 4 anni CTE NEXT sarà in grado generare una ricaduta misurabile in termini di rafforzamento dell'ecosistema locale, nuove competenze diffuse, nuove imprese, nuova occupazione e nuovi servizi urbani abilitati dal 5G testati e quindi pronti ad entrare nelle nostre città. Con CTE NEXT la Città di Torino mira quindi a proporre un nuovo modello cooperativo di ecosistema urbano dell’innovazione, che potrà essere trasferito in altri contesti urbani su scala nazionale ed europea e creare di conseguenza nuove forme di collaborazione e nuovi mercati per le imprese e per le soluzioni urbane innovative cosviluppate.

  • Obiettivo:

     

    Obiettivi specifici del progetto includono:

    • la realizzazione di uno spazio fisico dedicato al trasferimento tecnologico e alla contaminazione - CSI Next - in rete con altri laboratori e aree di stress test diffuse sul territorio;
    • l’implementazione di un’infrastruttura tecnologica 5G multi-servizio a supporto delle sperimentazioni di nuove soluzioni/servizi sviluppati da startup, da PMI e dai partner;
    • lo sviluppo di un catalogo di servizi di accelerazione, trasferimento tecnologico e sostegno al testing in condizioni reali grazie a “esperti verticali” (nei domini della mobilità intelligente terrestre  e aerea, dell’Industria 4.0 e dei servizi urbani e per la PA) e a “esperti trasversali” sulle tecnologie emergenti presenti all’interno del partenariato di progetto;
    • l’animazione dell’ecosistema locale, nell’ottica di favorire l’arricchimento delle opportunità per startup e PMI (dal networking B2B, alla promozione su nuovi mercati, anche esteri, sino alla facilitazione nell’accesso al capitale) e migliorare la capacità attrattiva del territorio mettendo a sistema il potenziale della CTE con il partenariato di Torino City Lab;
    • il trasferimento delle conoscenze, grazie all’organizzazione di attività formative finalizzate alla creazione di competenze all’interno delle PMI e alla creazione di un canale per portare specialisti delle tecnologie emergenti in uscita dagli Atenei nelle PMI;
    • la divulgazione dei risultati, al fine di sensibilizzare un pubblico più ampio di cittadini, imprese e studenti in merito alle potenzialità delle tecnologie emergenti legate al 5G per i sistemi urbani;
    • la promozione della replicabilità del modello CTE Torino a livello italiano e internazionale, promuovendo un’ampia e proficua collaborazione fra “ecosistemi urbani” dell’innovazione.
  • Attività:

     

    1) Realizzazione SPAZI FISICI

    • realizzazione di un "nodo centrale" ovvero uno spazio fisico dedicato al trasferimento tecnologico ed alla contaminazione: CSI NEXT
    • realizzazione di una rete diffusa nella città di spazi infrastrutturati 5G (22 nodi: 18 outdoor e 4 indoor) e dedicati a: interazione, networking, coworking, eventi, presentazione di progetti, attività di servizio.

    2) Promozione delle opportunità offerte dalle tecnologie emergenti e dal 5G (attività di comunicazione attraverso il sito web https:/ctenext.it/, la rete dei Partner e degli Stakeholder di progetto, messaggi dedicati ai target attraverso canali social (Linkedin, Facebook, Istagram, Slack),  attività di in-formazione (Newsletter, Workshop, Webinar) ed organizzazione di eventi.

    3) Accoglienza della domanda di servizi (espressa e latente) ed informazione dei beneficiari - accesso attraverso il sito web "contattaci"

    4) Presa in carico, assessment del fabbisogno specifico dei beneficiari e definizione dei servizi di informazione, formazione e consulenza tecnica, tecnologica e manageriale

    5) Servizi di incubazione d'impresa - dedicati ad aspiranti imprenditori e/o a startup a livello di maturazione pre-seed/early stage - consentono il passaggio dall'idea d'impresa alla definizione del modello di business

    6) Servizi di accelerazione d'impresa - dedicati a startup già costituite e a PMI - che hanno bisogno di crescere migliorando prodotti, processi, strumenti e competenze, ed ampliare i propri spazi di mercato

    7) Servizi di in-formazione: inducono alla scoperta delle nuove tecnologie (AI, Blockchain, IoT - abilitate dal 5G), e delle più innovative metodologie manageriali

    8) Servizi di Consulenza Tecnica/Manageriale ad aspiranti imprenditori - mirati alla creazione del business plan ed alla definizione del business model

    9) Servizi di Consulenza Tecnica/Manageriale alle startup - mirati alla revisione del business plan e del business model ed allo sviluppo d'impresa

    10) Servizi di Consulenza Tecnica/Manageriale alle PMI - mirati all'introduzione delle tecnologie emergenti ed alla conseguente revisione del modello organizzativo e gestionale (processi, strumenti e competenze), nonché all'ampliamento degli spazi di mercato

    11) Servizi di Consulenza Tecnica/Manageriale ad Enti della PA - mirati all'introduzione delle nuove tecnologie ed alla conseguente revisione del modello organizzativo e gestionale (processi, strumenti e competenze) con obiettivi di miglioramento dell'efficacia e dell'efficienza dei servizi pubblici, anche attraverso l'utilizzo della replicabilità.

    12) Servizi di Formazione Tecnica/Manageriale - declinata in  diverse tipologie: workshop, interventi multidisciplinari, percorsi certificati di "alta formazione" (Academy), Learning Hub (dedicati all'impresa manifatturiera e destinati a trasferire consapevolezza e specializzazione applicata), Master - nonché attraverso il catalogo della Formazione disponibile sul sito web (https://ctenext.it/catalogo-servizi/formazione/) che rende disponibili oltre 50 corsi - ed erogata in presenza, a distanza, in modalità ibrida.

    13) Attività di Open Innovation - prevede una nuova modalità di introduzione dell'innovazione basata sul lancio di una sfida mirata alla "soluzione di un problema" e/o all'introduzione di un'innovazione in azienda. Possono lanciare le sfide, Grandi Imprese, PMI, Enti della PA; possono rispondere alle sfide Studenti Universitari, Startup e PMI.

    14)  Attività di Sperimentazione - le nuove tecnologie possono essere testate nei Laboratori, nelle Imprese e nello Spazio Urbano in condizioni reali (Urban Testing).

    15)  Attività di Networking - o organizzate per target (come eventi), o agevolate in eventi organizzati da partner o stakeholder di CTE NEXT e/o in eventi nazionali ed internazionali dedicati alle tecnologie emergenti. Il network è costituito da una community fisica, che ruota attorno ai luoghi in cui incontrarsi, organizzare eventi, lavorare, ma anche una community virtuale, con l’obiettivo di generare connessioni e opportunità per i vari soggetti aderenti

    16)  Fornitura di Asset Tecnologici - a disposizione dei beneficiari di CTE NEXT, SIM e dispositivi per l'utilizzo della rete mobile e dei servizi dell'infrastruttura 5G, PIATTAFORME per applicazioni multi edge computing per la raccolta, l'elaborazione e la condivisione dati IoT e la loro certificazione di origine su blockchain, RISORSE DI CALCOLO - sevizi cloud-edge ad alte prestazioni per la ricerca e l'innovazione in ambito AI.

Dati:

 

DENOMINAZIONE PROGETTO: CTE NEXT

C.U.P.: C14E20005260006

DATA APPROVAZIONE: 24 Dicembre 2020

COSTO APPROVATO: 13.581.217,98 € (Costo totale), 7.512.027,0 € (Finanziamento pubblico)

DURATA: 48 Mesi

SOGGETTO PROPONENTE: Comune di Torino

REFERENTE DI PROGETTO: Elena Deambrogio

SETTORE DI APPLICAZIONE TECNOLOGIE EMERGENTI: Smart Road, Urban Air Mobility, Industria 4.0, Servizi Urbani Innovativi

SITO WEB: www.ctenext.it

Partner:

 

Luoghi:

 

Abstract:

 

Il progetto CTE NEXT realizza a Torino un centro di trasferimento tecnologico diffuso sulle tecnologie emergenti legate al 5G in settori individuati come strategici per il territorio: mobilità intelligente (con un focus sulla mobilità autonoma e connessa e sull'Advanced Urban Air Mobility), Industria 4.0 e servizi urbani innovativi. Esso si innesta nell’ambito dell’iniziativa “Torino City Lab”, la politica di innovazione della Città di Torino che, a partire da ottobre 2018, supporta sperimentazioni di soluzioni innovative proposte da imprese in risposta a sfide urbane in condizioni reali sul territorio e in collaborazione con un ampio partenariato attivo di oltre 90 organizzazioni pubbliche e private. Forte di questo approccio sistemico e multi-attore, CTE NEXT valorizza, integra e mette in rete diversi luoghi, laboratori e aree di stress test facendo perno su un luogo fisico centrale, ovvero CSI Next: uno spazio di innovazione hi-tech - allestito e gestito in partnership con il Consorzio per il Servizio Informativo Piemonte (CSI) - che coniuga il potenziale delle tecnologie emergenti con le sfide e le pratiche dalla PA al servizio dello sviluppo e dell’innovazione di startup e PMI. CTE NEXT oltre a mettere a disposizione luoghi e asset per il testing offre un’infrastruttura tecnologica multiservizio diffusa e utilizzabile on-demand da startup, da PMI e dai partner per esigenze di sviluppo e dimostrazione delle soluzioni innovative nei diversi verticali.

Beneficiari diretti del progetto sono aspiranti imprenditori, startup, PMI, di diversa tipologia (deep tech o di servizi): ad essi sono destinati i  servizi di accoglienza, informazione, formazione, consulenza per il supporto alla nascita ed allo sviluppo dell'idea di business (anche ad impatto sociale), trasferimento tecnologico , supporto allo sviluppo applicativo 5G , accompagnamento alla sperimentazione in campo nonché supporto all’acquisizione di nuove competenze tecniche e manageriali legate all'applicazione delle tecnologie emergenti nei verticali di interesse.

Nell'arco di 4 anni CTE NEXT sarà in grado generare una ricaduta misurabile in termini di rafforzamento dell'ecosistema locale, nuove competenze diffuse, nuove imprese, nuova occupazione e nuovi servizi urbani abilitati dal 5G testati e quindi pronti ad entrare nelle nostre città. Con CTE NEXT la Città di Torino mira quindi a proporre un nuovo modello cooperativo di ecosistema urbano dell’innovazione, che potrà essere trasferito in altri contesti urbani su scala nazionale ed europea e creare di conseguenza nuove forme di collaborazione e nuovi mercati per le imprese e per le soluzioni urbane innovative cosviluppate.

Obiettivo:

 

Obiettivi specifici del progetto includono:

  • la realizzazione di uno spazio fisico dedicato al trasferimento tecnologico e alla contaminazione - CSI Next - in rete con altri laboratori e aree di stress test diffuse sul territorio;
  • l’implementazione di un’infrastruttura tecnologica 5G multi-servizio a supporto delle sperimentazioni di nuove soluzioni/servizi sviluppati da startup, da PMI e dai partner;
  • lo sviluppo di un catalogo di servizi di accelerazione, trasferimento tecnologico e sostegno al testing in condizioni reali grazie a “esperti verticali” (nei domini della mobilità intelligente terrestre  e aerea, dell’Industria 4.0 e dei servizi urbani e per la PA) e a “esperti trasversali” sulle tecnologie emergenti presenti all’interno del partenariato di progetto;
  • l’animazione dell’ecosistema locale, nell’ottica di favorire l’arricchimento delle opportunità per startup e PMI (dal networking B2B, alla promozione su nuovi mercati, anche esteri, sino alla facilitazione nell’accesso al capitale) e migliorare la capacità attrattiva del territorio mettendo a sistema il potenziale della CTE con il partenariato di Torino City Lab;
  • il trasferimento delle conoscenze, grazie all’organizzazione di attività formative finalizzate alla creazione di competenze all’interno delle PMI e alla creazione di un canale per portare specialisti delle tecnologie emergenti in uscita dagli Atenei nelle PMI;
  • la divulgazione dei risultati, al fine di sensibilizzare un pubblico più ampio di cittadini, imprese e studenti in merito alle potenzialità delle tecnologie emergenti legate al 5G per i sistemi urbani;
  • la promozione della replicabilità del modello CTE Torino a livello italiano e internazionale, promuovendo un’ampia e proficua collaborazione fra “ecosistemi urbani” dell’innovazione.
Attività:

 

1) Realizzazione SPAZI FISICI

  • realizzazione di un "nodo centrale" ovvero uno spazio fisico dedicato al trasferimento tecnologico ed alla contaminazione: CSI NEXT
  • realizzazione di una rete diffusa nella città di spazi infrastrutturati 5G (22 nodi: 18 outdoor e 4 indoor) e dedicati a: interazione, networking, coworking, eventi, presentazione di progetti, attività di servizio.

2) Promozione delle opportunità offerte dalle tecnologie emergenti e dal 5G (attività di comunicazione attraverso il sito web https:/ctenext.it/, la rete dei Partner e degli Stakeholder di progetto, messaggi dedicati ai target attraverso canali social (Linkedin, Facebook, Istagram, Slack),  attività di in-formazione (Newsletter, Workshop, Webinar) ed organizzazione di eventi.

3) Accoglienza della domanda di servizi (espressa e latente) ed informazione dei beneficiari - accesso attraverso il sito web "contattaci"

4) Presa in carico, assessment del fabbisogno specifico dei beneficiari e definizione dei servizi di informazione, formazione e consulenza tecnica, tecnologica e manageriale

5) Servizi di incubazione d'impresa - dedicati ad aspiranti imprenditori e/o a startup a livello di maturazione pre-seed/early stage - consentono il passaggio dall'idea d'impresa alla definizione del modello di business

6) Servizi di accelerazione d'impresa - dedicati a startup già costituite e a PMI - che hanno bisogno di crescere migliorando prodotti, processi, strumenti e competenze, ed ampliare i propri spazi di mercato

7) Servizi di in-formazione: inducono alla scoperta delle nuove tecnologie (AI, Blockchain, IoT - abilitate dal 5G), e delle più innovative metodologie manageriali

8) Servizi di Consulenza Tecnica/Manageriale ad aspiranti imprenditori - mirati alla creazione del business plan ed alla definizione del business model

9) Servizi di Consulenza Tecnica/Manageriale alle startup - mirati alla revisione del business plan e del business model ed allo sviluppo d'impresa

10) Servizi di Consulenza Tecnica/Manageriale alle PMI - mirati all'introduzione delle tecnologie emergenti ed alla conseguente revisione del modello organizzativo e gestionale (processi, strumenti e competenze), nonché all'ampliamento degli spazi di mercato

11) Servizi di Consulenza Tecnica/Manageriale ad Enti della PA - mirati all'introduzione delle nuove tecnologie ed alla conseguente revisione del modello organizzativo e gestionale (processi, strumenti e competenze) con obiettivi di miglioramento dell'efficacia e dell'efficienza dei servizi pubblici, anche attraverso l'utilizzo della replicabilità.

12) Servizi di Formazione Tecnica/Manageriale - declinata in  diverse tipologie: workshop, interventi multidisciplinari, percorsi certificati di "alta formazione" (Academy), Learning Hub (dedicati all'impresa manifatturiera e destinati a trasferire consapevolezza e specializzazione applicata), Master - nonché attraverso il catalogo della Formazione disponibile sul sito web (https://ctenext.it/catalogo-servizi/formazione/) che rende disponibili oltre 50 corsi - ed erogata in presenza, a distanza, in modalità ibrida.

13) Attività di Open Innovation - prevede una nuova modalità di introduzione dell'innovazione basata sul lancio di una sfida mirata alla "soluzione di un problema" e/o all'introduzione di un'innovazione in azienda. Possono lanciare le sfide, Grandi Imprese, PMI, Enti della PA; possono rispondere alle sfide Studenti Universitari, Startup e PMI.

14)  Attività di Sperimentazione - le nuove tecnologie possono essere testate nei Laboratori, nelle Imprese e nello Spazio Urbano in condizioni reali (Urban Testing).

15)  Attività di Networking - o organizzate per target (come eventi), o agevolate in eventi organizzati da partner o stakeholder di CTE NEXT e/o in eventi nazionali ed internazionali dedicati alle tecnologie emergenti. Il network è costituito da una community fisica, che ruota attorno ai luoghi in cui incontrarsi, organizzare eventi, lavorare, ma anche una community virtuale, con l’obiettivo di generare connessioni e opportunità per i vari soggetti aderenti

16)  Fornitura di Asset Tecnologici - a disposizione dei beneficiari di CTE NEXT, SIM e dispositivi per l'utilizzo della rete mobile e dei servizi dell'infrastruttura 5G, PIATTAFORME per applicazioni multi edge computing per la raccolta, l'elaborazione e la condivisione dati IoT e la loro certificazione di origine su blockchain, RISORSE DI CALCOLO - sevizi cloud-edge ad alte prestazioni per la ricerca e l'innovazione in ambito AI.


In partenza dal 22 aprile il 2° Programma di Accelerazione di CTE NEXT dedicato alle CleanTech

2024-04-19 08:00:16

Il 22 aprile partirà il secondo Programma di Accelerazione di CTE NEXT, gestito dal Partner Zest (e

In CTE NEXT una giornata dedicata alle scuole superiori

2024-04-12 16:07:32

Il 10 aprile CTE NEXT, la Casa delle Tecnologie Emergenti di Torino, ha ospitato tre scuole superior

CTE NEXT Torino: Prorogata la Call for Experts per il Board Etico delle Tecnologie Emergenti!

2024-04-03 16:29:09

La scadenza per partecipare alla Call for Experts della Casa delle Tecnologie Emergenti di Torino